Abbiamo rilevato che il browser in uso è obsoleto. Ciò impedirà l'accesso ad alcune funzionalità. Aggiorna browser

InSyDe-Pro-ShIPS.

Study of Insulating Systems’ Design and Verification Processes for Shipboard Integrated Power Systems

“Lloyd’s Register EMEA”, è Partner di InSyDe-Pro-ShIPS (Study of Insulating Systems’ Design and Verification Processes for Shipboard Integrated Power Systems), progetto di ricerca e sviluppo nell’ambito delle Tecnologie Marittime, cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. Le attività del progetto rientrano in una delle priorità del Programma Operativo Regionale, Obiettivo «Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione» 2014-2020 ovvero l’Asse 1 – “Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione”, Azione 1.3 – “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi”. 

Il progetto InSyDe-Pro-ShIPS, avviato il 1 ottobre 2018, intende migliorare i processi di progettazione e verifica dei sistemi isolanti per sistemi elettrici di bordo di navi a propulsione elettrica. 

L’ammodernamento dei sistemi elettrici installati a bordo nave ha difatti reso possibile l’utilizzo di componenti elettronici di potenza ad elevata efficienza, che tuttavia hanno registrato un aumento del tasso di guasti nel sistema isolante dei componenti dell’impianto, presumibilmente dovuti ai ridotti tempi di commutazione di questi apparati. 

Nasce dunque la necessità di revisionare i processi di progettazione di tali sistemi isolanti, al fine di includere fenomeni elettrici attualmente non considerati, come la distribuzione non lineare delle sovratensioni che comporta un invecchiamento accelerato e disomogeneo dei sistemi isolanti. In aggiunta, si procederà anche ad una revisione delle normative attuali in materia di test e validazione di tali sistemi, con lo scopo di assicurare al cliente finale l’adeguatezza degli stessi nell’impianto di bordo.

Mediante tale progetto risulterà quindi possibile aumentare l’affidabilità dell’impianto elettrico di bordo, al fine non solo di adeguarsi alle normative in materia di sicurezza dei passeggeri a bordo delle navi (normativa Safe Return to Port), ma anche di limitare i costi dovuti alle attività di riparazione/sostituzione.

DURATA DEL PROGETTO: 12 mesi 
BUDGET: 305.914,76 € 
IMPORTO FINANZIATO: 204.551,87 € 
PARTNER: Zucchiatti Bruno Elettromeccanica S.r.l. (Capofila), Lloyd’s Register EMEA, Università degli Studi di Trieste 

Scopri di più

Premi Invio o la freccia per cercare Premi Invio per cercare

Icona di ricerca

Stai cercando?